eurozona

LE SFIDE MACROECONOMICHE NEL POST-COVID

"Ripensare il mondo nella post-pandemia" è il titolo della 4a Cátedra Barão do Rio Branco organizzata dal Centro Universitario U:VERSE (Rio Branco, Acre, Brasile) che si terrà online dal 20 al 24 settembre 2021. Nella sessione che affronterà il tema delle sfide macroeconomiche nel post-COVID, che si terrà lunedì 20 settembre dalle ore 17.00 alle 19.00 italiane,  Nicolò Giangrande, ricercatore della Fondazione Di Vittorio (Prof. Dr. e Direttore della Cátedra) presenterà i risultati di una ricerca sui salari nell'Eurozona condotta nella Fondazione Di Vittorio.

La Banca d'Italia incontra la società civile

Si svolgerà online mercoledì 3 marzo 2021 (11.30-13:15) il terzo e ultimo incontro di ascolto che la Banca d'Italia ha organizzato per ricevere i contributi dai rappresentanti della società civile sul tema della revisione della strategia di politica monetaria dell'Eurosistema.

È possibile seguire la diretta video della tavola rotonda dal canale YouTube della Banca d'Italia al link sottostante.

La Fondazione Di Vittorio sarà presente con un intervento del presidente Fulvio Fammoni.

La questione salariale in Italia. Un confronto con le maggiori economie dell Eurozona

Il terzo numero della nuova collana Working Paper FDV tratta la questione salariale italiana tramite una comparazione con le maggiori economie dell’Eurozona attraverso l’elaborazione dei dati dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse), dell’Ufficio statistico dell'Unione Europea (Eurostat), della Commissione Europea (Ameco), dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (Inps) e del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef).

Pubblicazioni: 

La questione salariale in Italia Un confronto con le maggiori economie dell’Eurozona

Il report della Fondazione Di Vittorio, scritto da Nicolò Giangrande, mette a confronto i salari del lavoro dipendente in Italia con quelli di cinque delle maggiori economie dell’eurozona (Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi e Spagna).

Pubblichiamo anche il commento al rapporto del presidente della Fondazione Fulvio Fammoni.

Pubblicazioni: