Conferenza finale del progetto DECOBA

Venerdì 7 luglio si è tenuta a Roma, presso la sede nazionale della CGIL, la conferenza finale del progetto europeo "DECOBA", dedicato al tema del decentramento contrattuale in Europa. All'evento - che ha visto la presenza di una conquantina di partecipanti fra sindacalisti, ricercatori ed accademici (fra i quali il Presidente del CNEL Tiziano Treu) - sono intervenuti autorevoli studiosi italiani ed europei della materia, con relazioni diversamente mirate alle tendenze della contrattazione - normative e di prassi - sia nazionali che in un'ottica comparata.

“Territori in movimento: Esperienza Leader e Progetti Pilota per le Aree interne”

Dal 13 al 15 Luglio 2017 si svolgerà l'undicesima edizione della Summer School di Sviluppo Locale “Sebastiano Brusco”  come di consueto a Seneghe, e sarà focalizzata sul tema “Territori in movimento: Esperienza Leader e Progetti Pilota per le Aree interne”.
Nella sessione pomeridiana di giovedì 13, dedicata al tema STRUMENTI PER IL SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DELLE AREE INTERNE, Elena Battaglini (FDV) parteciperà con il seguente contributo:

Data Evento: 
da 13 Luglio 2017 a 15 Luglio 2017
Comunicazione: 

Presentazione VIII rapporto ‘(Im)migrazione e sindacato’

Presentazione VIII rapporto ‘(Im)migrazione e sindacato’

Roma – Sala Santi, Cgil nazionale, corso d’Italia 25, ore 10

Presentazione VIII rapporto ‘(Im)migrazione e sindacato’ e Tavola rotonda ‘No alla paura. Accoglienza, inclusione, pace e diritti universali per una convivenza civile e democratica’.

Partecipano il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra e il segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

Data Evento: 
20 Luglio 2017
Comunicazione: 

'La disoccupazione dopo la grande crisi'


Lavoro: FdV, nel 2016 la disoccupazione potenziale ha raggiunto il 18,5%
Oltre 5 mln i disoccupati in Italia. Scacchetti, mercato del lavoro in grave sofferenza. Occorre favorire politiche di crescita dell'occupazione giovanile e femminile.

In Italia la disoccupazione potenziale è di circa 2 milioni in più rispetto al dato ufficiale. È quanto emerge dal rapporto di ricerca sul mercato del lavoro, elaborato dalla Fondazione di Vittorio, dal titolo 'La disoccupazione dopo la grande crisi', aggiornato a giugno 2016.

Per misurare lo stato di salute del lavoro in Italia, la FdV ha elaborato una ulteriore stima della disoccupazione, il tasso di disoccupazione potenziale, utilizzando le rilevazioni della Bce e la percezione degli intervistati della Rilevazione Continua della Forza Lavoro dell’Istat. Nella ricerca, infatti, vengono considerati non solo i disoccupati formalmente riconosciuti, ma anche le persone che all'interno delle forze di lavoro potenziali aggiuntive (FLPA), riferiscono di sentirsi in cerca di occupazione (condizione percepita). Il tasso di disoccupazione schizza così al 18,5%, ben 6,8 punti sopra il tasso ufficiale, e il numero dei disoccupati sale a 5 milioni e 200 mila.

Lo studio fornisce, inoltre, un'analisi comparativa con le rilevazioni della Bce che stimano l'offerta di lavoro reale. Attraverso due metodologie di calcolo diverse si registra in entrambi i casi una disoccupazione italiana superiore al 20%. Il tasso di disoccupazione allargata per i Paesi dell'area euro è pari al 14,6% (4,3 punti sopra il tasso ufficiale) e al 21,8% per l’Italia (circa 10 punti sopra il tasso ufficiale), mentre il tasso di sottoutilizzo della forza lavoro raggiunge il 17,6% per la zona euro e il 23,8% per il nostro Paese (più del doppio del tasso ufficiale di disoccupazione).

Comunicazione: 
Pubblicazioni: 

Pagine