1969…. 2019: dall’egualitarismo al populismo

“1969….. 2019: dall’egualitarismo al populismo” è il titolo  del dibattito, che si svolgerà a Milano sabato 16 febbraio 2019 alle ore 9.30,  presso la Casa della Cultura (Via Borgogna, 3). Relatore, Luigi Ferrajoli, Filosofo del diritto. Presidenza, Franco Calamida, Cdf Philips. Interventi di: Sandro Antoniazzi, dirigente Cisl, Roberto Biorcio, sociologo, Francesco Forcolini, Cub Sip, Carlo Ghezzi, segretario FDV, Maria Grazia Meriggi, storica del lavoro, Emilio Molinari, Cub Borletti.

Data Evento: 
16 Febbraio 2019
Storia e Memoria: 

Annali Fondazione Giuseppe Di Vittorio 2017

Dopo l’Annale 2016 dedicato all’attività dei principali istituti sindacali europei, l’Annale 2017, il secondo do­po la costituzione della nuova Fondazione Di Vittorio, vuole documentare il core business dell’attività della Fonda­zione. A questo fine è stata effettuata una drastica selezione dei temi affrontati dall’Istituto nel corso del 2017 (uno fra tutti quello dell’immigrazione che ha visto una specifica pub­blica­zio­ne del rapporto biennale), scegliendo un solo argomento fra i diversi che ogni operatore ha sviluppato.

Preludio alla Costituente

Martedì 12 febbraio alle ore 16,45 a Firenze, presso lo Spazio Rosselli (Via Alfani 101), verrà presentato il volume “Preludio alla Costituente” (Castelvecchi Editore). A cura di Alberto Aghemo, Giuseppe Amari, Blando Palmieri. Prefazione di Valdo Spini. Postfazione di Giuliano Amato.

Interverranno, Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale. Margherita Cassano, Presidente alla Corte d’Appello di Firenze. Valdo Spini, Presidente della “Fondazione Circolo Fratelli Rosselli.”

Seguirà il dibattito.

Gruppi Tematici: 

Rapporto FDV “Le vere anomalie del mercato del lavoro fra Italia ed Europa”

Roma 30 gennaio – Nel 2018, nonostante un lieve recupero, i principali parametri dell’occupazione italiana restano ancora molto distanti dalla media dell’Eurozona e in alcuni casi il divario aumenta. Il Tasso di occupazione italiano è più basso di 8,6 punti percentuali e simmetricamente il tasso di inattività più alto di 7,7 punti rispetto alla media europea. Il tasso di disoccupazione è “solo” 2,3 punti superiore a quello dell’Eurozona, ma come è noto, una quota di disoccupati è statisticamente riscontrabile all’interno dell’inattività.

Pagine